Sei giorni di eventi, dal workshop internazionale dedicato al consumo allo Yale International Simposium con le più autorevoli figure del mondo istituzionale, scientifico, economico, fino ai mercati di Evootrends e a percorsi di degustazione guidata per scoprire virtù e qualità di un prodotto straordinario per gusto e salute.

Questo e molto altro sarà la Settimana Internazionale dell’olio extravergine d’oliva, in programma a Roma dal 13 al 18 settembre.

Coldiretti, Unaprol, Fondazione Evoo School, in collaborazione con Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma, Fiera di Roma, Fondazione Campagna Amica, Città Metropolitana di Roma Capitale, Agenzia Ice e World Farmers Markets Coalition, saranno i protagonisti del workshop internazionale sul consumo di olio extravergine d’oliva nei primi tre giorni dell’evento.

In particolare, martedì 13 alle 10.30, cerimonia di apertura della manifestazione a Palazzo Rospigliosi, alla presenza tra gli altri del Presidente di Coldiretti, Ettore Prandini, del Segretario Generale Vincenzo Gesmundo, del Ministro all’agricoltura Stefano Patuanelli, del Commissario Ue per l’agricoltura, Janusz Wojciechovski, del Presidente Unaprol David Granieri.

Seguiranno durante la giornata approfondimenti sul contesto internazionale dell’olio extravergine d’oliva e sul futuro del turismo dell’olio.

Mercoledì 14 invece, a partire dalle 10.30, sempre a Palazzo Rospigliosi, due sessioni di approfondimento sulla visione dell’olio extravergine d’oliva nel mondo dei consumatori e su come l’informazione può aiutare i consumatori a capire le straordinarie qualità del prodotto.

Giovedì 15 il workshop si sposta a Palazzo Valentini con le ultime due sessioni dedicate al rapporto tra olio e salute, alla presenza di alcune tra le più autorevoli voci del mondo scientifico e accademico, e allo scenario sui mercati internazionali con il confronto tra i rappresentanti delle più importanti catene della GDO, del mondo della produzione e dell’industria olearia.

Gli ultimi tre giorni della Settimana Internazionale dell’olio extravergine d’oliva, invece, saranno interamente dedicati allo Yale International Simposium, organizzato dalla Yale University, in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata e l’Università di Bari Aldo Moro, che riunirà accademici, organizzazioni e industria per aumentare la sinergia tra scienza, tecnologia e cultura per affrontare il cambiamento climatico e la salute del pianeta.

Durante la Settimana Internazionale dell’olio extravergine d’oliva, che vedrà anche la celebrazione del 30° anniversario del Concorso nazionale dell’Ercole Olivario, ogni giorno dalle 11 alle 18 presso il GARUM – Biblioteca e Museo della Cucina (Boscolo Circo Massimo), Via dei Cerchi, 8, con i Mercati di Evootrends, annuale appuntamento di Fiera di Roma, consumatori e cittadini, gratuitamente, avranno la possibilità di conoscere alcune tra le più importanti aziende olivicole del Lazio e compiere un percorso esperienziale, guidati dagli esperti di Fondazione Evoo School, che abbraccia l’intera produzione olivicola laziale con 4 DOP (Sabina, Canino, Tuscia, Colline Pontine), alle quali dallo scorso anno si è aggiunta la nuova Indicazione Geografica Protetta, IGP Olio di Roma, che in poco tempo ha ottenuto una riconoscibilità ed un apprezzamento inediti sui mercati nazionali ed esteri.

Condividi questo articolo